Assunzioni Poste Italiane senza Concorsi

Le Assunzioni Poste Italiane non prevedono concorsi

Le "assunzioni Poste Italiane" avvengono senza "concorsi", l'ultimo concorso Poste Italiane risale agli anni '80, ed era l'iter naturale di reclutamento per le "assunzioni Poste Italiane" in quanto pubblica amministrazione.


Dal '98 l'azienda è diventata privata e non emette bandi di selezione tramite "concorsi", questo fraintendimento è spesso presente in rete quanto in edicola attraverso annunci quali " assunzioni e concorsi Poste Italiane".

Facciamo chiarezza in riguardo alle modalità di ingresso per lavorare in Poste Italiane.

Esistono tre macro tipologie di contratto in Poste Italiane:
  • tempo indeterminato, 
  •  tempo determinato, 
  • contratto atipico (lavoro interinale). 
Per quest’ultima modalità ci si deve rivolgere alle Agenzie di Lavoro Interinali presenti sul territorio. Le agenzie che spesso selezionano personale da impiegare come addetti alla sportelleria degli uffici postali sono in genere: Adecco, Italia Lavoro, Obiettivo Lavoro.

Assunzione Poste Italiane con contratto a tempo indeterminato

Al momento questa modalità di assunzione in Poste Italiane è poco praticata se non per tipologie di impiego altamente specializzate e neo laureati di alto profilo.

Le ultime assunzioni di un certo rilievo numerico sono avvenute tra il 2006 ed il 2010 per la stabilizzazione degli ex ctd di Poste Italiane.

Le altre forme di assunzioni con la stessa tipologia di contratto si sono realizzate attraverso il progetto svincolo conosciuto anche come progetto mix.

Assunzione Poste Italiane con contratto a tempo determinato

Anche se il numero delle assunzioni con questa tipologia di contratto stanno diminuendo, avvengono ancora assunzioni trimestrali con questa tipologia di contratto in Poste Italiane.

In riguardo ai contratti a tempo determinato  vengono attivati in genere tra i mesi di aprile e ottobre e tra novembre e marzo.

PERIODI DI ASSUNZIONE POSTE ITALIANE SENZA CONCORSILe assunzioni non possono superare la misura del 15 % dell’organico addetto, al 1° gennaio dell’anno di riferimento, ai servizi per i quali è prevista la costituzione dei rapporti a termine.

I contratti a tempo determinato possono essere stipulati senza limitazioni quantitative nelle ipotesi disciplinate dalla legge.

I documenti necessari alle assunzioni in Poste Italiane

Per le assunzioni in Poste Italiane siano esse assunzioni a tempo determinato ovvero assunzioni a tempo indeterminato il lavoratore deve presentare i seguenti documenti:
a) documento di identificazione;
b) certificato penale (casellario giudiziario e carichi pendenti) di data non anteriore a tre mesi;
c) certificato degli studi compiuti;
d) certificato di nascita, di cittadinanza, di residenza e di stato di famiglia(l’interessato dovrà comunicare anche l’eventuale domicilio fiscale se diverso dalla residenza);
e) copia del codice fiscale;
f) certificato medico non anteriore a tre mesi dal quale risulti l’idoneità al lavoro rilasciato dalla A.S.L. territoriale ovvero dal Medico competente nei casi previsti dal DLGS 626/94 e successive modifiche.
In luogo dei predetti documenti e ove consentito dalla normativa vigente - lettere b), c) e d) -, il lavoratore, ai sensi del DPR 445/00, può produrre le dichiarazioni sostitutive sottoscritte, ferma restando la facoltà dell’Azienda di chiedere al dipendente la relativa documentazione.

Assunzioni Poste Italiane soggetti disabili

La legge 12 marzo 1999 n. 68 prevede, per i datori di lavoro che occupano almeno 15 dipendenti, l’obbligo di riservare una quota percentuale del personale in forza all'assunzione di soggetti disabili.
Tale quota, per le aziende con oltre 50 dipendenti, è pari al 7%, cui si aggiunge una quota dell’1% riservata agli orfani e ai coniugi superstiti di deceduti per causa di lavoro, di servizio o di guerra e ai profughi italiani rimpatriati.

In Poste Italiane l’obbligo di riservare una quota percentuale del personale in forza all'assunzione di soggetti disabili è al momento satura.

Fonti di reclutamento candidature e convocazione delle risorse

Curriculum on-line e Centri per l’Impiego (si tratta del canale attraverso il quale vengono reclutate le risorse iscritte al momento disoccupate).

Criteri di reclutamento
In linea generale i criteri di selezione per le assunzioni in Poste Italiane sono:
-Possesso di almeno il diploma di scuola media superiore con votazione non inferiore a 70/100 o 42/60;
Tali requisiti possono essere derogati in relazione ad una valutazione complessiva che tiene conto anche dei seguenti elementi:
- prossimità geografica al luogo di lavoro;
- situazioni attuali o pregresse di tipo personale e/o familiare particolarmente problematiche
che abbiano inciso sul percorso formativo;
- difficoltà di reclutamento.
A fronte di specifici fabbisogni possono essere considerate candidature con diverso grado di esperienza.

Per le assunzioni di personale a tempo determinato terminata la fase di reclutamento ed individuate le risorse da assumere, risorse umane provvede alle seguenti fasi:

Verifica dei requisiti: previsti dall'offerta di lavoro per l'erogazione dei test on line.
Convocazione delle risorse: convocazione delle risorse che hanno superato la fase di selezione dei test on line. La convocazione avviene tramite telefonata o telegramma
Selezione risorse: Poste Italiane contatterà i candidati risultati idonei alle interviste strutturate e biografico/motivazionali che verranno svolte nel corso dell’anno e che alimenteranno il bacino di risorse da cui poter attingere per le assunzioni a tempo determinato;
Controllo e raccolta documentazione: Risorse umane espleta tutti i controlli preventivi sul possesso, da parte del candidato ritenuto potenzialmente idoneo, dei requisiti necessari allo svolgimento dell’attività (es. possesso della patente, certificato generale di idoneità al lavoro, eventuale effettuazione di visita medica al medico competente nei casi in cui la mansione lo richieda: es. Centri di Meccanizzazione Postale) e raccoglie la documentazione necessaria per l’assunzione (es. certificato carichi pendenti o in alternativa la dichiarazione sostitutiva di certificazione in attesa della presentazione della documentazione richiesta).
Predisposizione e firma della lettera di assunzione: Risorse umane predispone e firma la lettera di assunzione contenente la retribuzione e il livello inquadramentale contrattuale previsto per la mansione di riferimento.
Consegna della lettera di assunzione: Poste Italiane provvede alla consegna della lettera di assunzione, avendo cura di presidiare l’effettuazione delle comunicazioni previste dalla legge al Centro per l’Impiego.

Il periodo di prova

Il contratto deve contenere l’indicazione espressa del periodo di prova che può essere pattuito con riferimento a qualsiasi rapporto di lavoro, compreso quello stipulato con i lavoratori invalidi assunti col sistema del collocamento obbligatorio.

Durante il periodo di prova o al termine dello stesso, le parti possono recedere liberamente dal contratto senza obbligo di preavviso o di pagamento della relativa indennità sostitutiva.
Qualora la prova abbia esito positivo, l’assunzione diviene definitiva e il periodo prestato si computa nell'anzianità di servizio.

la durata del periodo di prova fino a un massimo di:
  • 45 giorni per i lavoratori appartenenti al livello F;
  • 3 mesi per i lavoratori appartenenti ai livelli E,D,C,B; 
  • 6 mesi per i lavoratori appartenenti al livello A.
Per quanto riguarda la malattia, il lavoratore è ammesso a completare il periodo di prova se le assenze, cumulativamente, non abbiano superato i 30 giorni di calendario per la prova di durata massima trimestrale e 60 giorni di calendario per quello di durata massima semestrale.
In caso di infortunio, invece, il lavoratore può completare il periodo di prova se le assenze, cumulativamente, non abbiano superato la durata di sei mesi.

Come Candidarsi

Per candidarti leggi attentamente i passaggi che troverai alla pagina Lavoro Poste Italiane Ti diciamo Come! Se hai inserito il tuo Cv prima del 20 ottobre 2011, devi effettuare una nuova registrazione ed inserirlo nuovamente, Il curriculum vitae deve essere inviato online compilando l’apposito form cliccando su "Inserisci Cv".

Tutti i curriculum verranno esaminati, ma verrai contattato soltanto se la tua candidatura risulterà di interesse per Poste Italiane.

Di seguito tutti gli Indirizzi e Recapiti Telefonici Risorse Umane Poste Italiane 
Per le domande di assunzioni Poste Italiane presentate nella provincia di Bolzano e in Val d’Aosta, bisogna specificare il possesso del patentino del bilinguismo rilasciato dalle rispettive province.

Condividi :

Facebook Twitter Google+
36 Commenti "Assunzioni Poste Italiane senza Concorsi"

trovo discriminante in una società in cui sono stati abbattuti tutti i limiti per fare il militare e che sta aprendo a gay ed extracomunitari fare attenzione al voto riportato nel diploma quando tutti sappiamo che quel voto per il 70% dei casi è dovuto a simpatia e amicizia. il voto non deve essere più basso di 70/100 e chi ha 69-69-67? conosco gente che gestisce negozi, aziende ed altro senza essere in possesso di diploma ed allora queste persone li bruciamo? quindi para opportunità a tutti facciamo un test attitudinale visivo alias colloquio e vediamo di trovare quello che più corrisponde ai nostri canoni.

Il voto del diploma con simpatia e amicizia? Si deve STUDIARE!
Io con 94 ( mi è stato pure tolto un punto per questioni burocratiche ) non sono mai e dico mai stato chiamato da Poste Italiane e ancora aspetto, buona fortuna a quelli con 70 che vanno avanti a raccomandazioni ( senza ricevuta di ritorno )

Beh...pure io sostengo che i voti alti sono dovuti a simpatia e amicizia. Poi qndo lavori se fai il tuo dovere capita pure di essere minacciati dai colleghi per il troppo lavoro xkè mette in ridicolo loro che lavorano poco e male ....e gli stessi si vanno pure a lamentare per questo al superiore "amico" ....: e indovinate poi alla fine chi mandano a casa?!... beh NATURALMENTE quello onesto che lavora e che lavora pure bene! e quelli che lavorano poco e male....stanno ancora là....a non fare nulla e quel poco che fanno lo fanno pure male! QUESTA E' L'ITALIA.....fatta di INCAPACI.....e DOVE LA MERITOCRAZIA NON CONTA...e dove conta SOLO l' essere bravi a saper leccare e a entrare nelle simpatie di chi sta sopra di noi.

Chi sostiene "la simpatia e l'amicizia" non sà che significa sudare sui libri ( ed ovviamente ha un voto basso e si lamenta pure, piove governo ladro )
Se l'italia è fatta di incapaci è anche colpa di chi crede che dietro ai propri insuccessi ci sia sempre la mano di qualcuno, ci sono casi in cui è vero ( vedi certi soggetti che sono andati avanti senza meriti e stanno dietro agli sportelli, il responsabile che ha fatto lo screening invece di scartarli li ha assunti, sarà stato un errore umano... ) ma nella scuola le cose le sai o non le sai, uno non prende 69 perchè antipatico oppure 90 perchè è un comico degno di Zelig oppure è amico dei professori ( di tutti, non ne basta uno per avere un voto alto al disploma... ) quindi smettiamola di dire eresie.

Ha ragione l'amico sopra e ce ne fossero come lui in questa società di m.

P.S. Ti auguro di essere assunto al più presto anche se sò che è difficile. Hai tutta la mia stima ;)

Ti ringrazio per le tue sincere parole di stima. Nonostante rientri ampiamente nei parametri di Poste Italiane, non sono mai stato chiamato nemmeno come portalettere a 3 mesi.
Si dice che la speranza sia l'ultima a morire, purtroppo la mia la vado al trovare al cimitero. Qui ci vuole un miracolo...

e basta giocare sulla pelle di chi cerca lavoro , non basta una semplice autocertificazione pe essere assunti e lavorare da subito , un mese di prova sarebbe sufficiente , quando assumono i diversamente abili cosa fanno ?

sembra facile lavorare alle poste io non ci ho mai capito niente non so voi , credo che chi entra e raccomandato magari da qualche direttore postale o amico politico , viva l'italia , che rendono sempre tutto difficile anche le cose semplici come lavorare , nessuno e nato imparato in nessun mestiere man mano che ci lavora apprende e migliora se ha buona volontà , altrimenti no .

Io ci ho lavorato per 3 mesi, senza raccomandazione.

Grazie per l'informazione, questa notte dormiremo sogni tranquilli...
Invece di scrivere inutili banalità ( raccomandato oppure no, l'unica cosa certa è che se fossi stato "aiutato" di certo non lo verresti a scrivere qui, i raccomandati sono omertosi peggio dei mafiosi ) perché non ci racconti l'iter che hai seguito? Cose del tipo:

a) Età che avevi
b) Tipo di diploma e voto
c) Come e quando hai mandato il cv e se l'hai inviato, oppure hai compilato un modello come quello su questo sito, in via cartacea oppure online sul sito delle Poste Italiane
d) Quanto tempo è passato dalla richiesta alla chiamata
e) Sede
f) Prima esperienza lavorativa oppure no

Aggiungici pure altre informazioni "a piacere", almeno rendi il tuo post utile a qualcuno.

Buonasera, mi inserisco nella discussione portando la mia esperienza premettendo che non è facile oggi trovare lavoro ne in Poste ne nelle altre aziende. Sono laureato in economia aziendale ( 102/110) e diplomato come perito tecnico commerciale (90/100) .
A 28 anni ho svolto la mansione di portalettere ( a Bologna) come “ctd” con contratto a termine di 3 mesi.
3 anni fa sono stato contattato dopo circa 6 mesi dall'inserimento del CV nel portale Poste Italiane>Lavora con noi .
Non avevo esperienze lavorative precedenti con Poste non ne ho avute successivamente.
Fare di tutta l’erba un fascio è sempre sbagliato gli stagionali in Poste ogni giorno cambiano zona di lavoro per sostituire chi e in ferie, malattia o altro su di un "ciclomotore" alle varie intemperie che ti capitano.
Dopo aver lavorato tanto e bene a fine contratto comunque non ne puoi avere un altro.
Allora dico che tipo di raccomandazione sarebbe questa? Io punterei perlomeno ad un contratto a tempo indeterminato non ti pare?
Probabilmente se fossi raccomandato forse avrei aspirato a qualcosa di più prestigioso che fare il postino, che ne dici?
Sono migliaia inoltre gli ex ctd di Poste che negli anni precedenti hanno adito le vie giudiziarie (i cosiddetti ricorsisti) per vedersi riconoscere un posto di lavoro. P.s.in internet ci sono numerosi post sull'argomento.
Spero di essere stato utile. Saluti

Sei stato utile. Chiariamo subito un punto, non possono essere tutti raccomandati e nessuno dice il contrario, però se uno è raccomandato di certo non lo viene a dire qui, non trovi?
Detto questo, la laurea che hai per il profilo di portalettere non viene considerata e nemmeno menzionata ( non ci vuole una laurea per consegnare delle lettere, con tutto il rispetto ) quindi hanno preso un profilo con:
1) Nessuna esperienza
2) Non più giovanissimo, 28 anni
3) Diploma 90/100
Ora ti dico, sai quante persone hanno il tuo stesso profilo? Migliaia, anzi ne esistono sicuramente profili migliori perché a 28 anni qualche esperienza lavorativa uno ce l'ha, non ne avevi mica 18-19 fresco diplomato.
Quindi secondo quale criterio tra le migliaia di aspiranti hanno scelto proprio te? Cosa ha fatto pendere l'ago della bilancia a tuo favore invece di scegliere un altro profilo, ad esempio più giovane o con esperienza? E' questa la domanda che si fanno in molti, per questo in molti credono pure per fare 3 mesi hanno bisogno di una spintarella ( in molti ma non io )

Esistono profili migliori e per questo forse "troppo" referenziati per fare i postini per 3 mesi.
La scelta dei profili avviene da parte di selezionatori con anni di esperienze lauree ad hoc e master in risorse umane coadiuvati spesso dalle agenzie interinali.

Se il personale di poste rispecchia quelli delle risorse umane siamo a cavallo..adesso non facciamo passare quelli delle risorse umane come dei geni al cospetto di Freud. Per fare il postino ci vuole un diploma 70-100, ora questi avranno 100.000 aspiranti con le stesse caratteristiche e scelgono in base a cosa? A layout del cv? A tipo di font?
A parità di cv, dovrebbero scegliere proprio in base alle competenze che esulano dal voto, esperienze etc. ma nessuno conosce l'iter di selezione, non c'è trasparenza ma solo illusione.
Oppure, altra possibilità, giocano alla morra cinese per scegliere chi prendere e chi no.

giustissimo quello che hai scritto

ti do pienamente ragione....

magari un po meno polemico e più ottimista. cercare di lavorare in qualunque settore anche il servizio civile,tutto fa curriculum, se non si lavora frequentare corsi di lingue ce ne sono gratuiti; importante darsi da fare aspettando il lavoro giusto.io ho lavorato tre mesi come postina senza raccomandazioni.

c'è una scadenza?

Sono posizioni aperte in linea teorica che servono comunque nei periodi estivi e nelle festività natalizia.

Ciao a tutti,desidero sapere un'informazione:entro quando si deve presentare la domanda per le assunzioni nelle poste italiane senza concorso 2013/2014?Ancora c'è tempo o è scaduto il termine?
Grazie a chi mi risponderà...

Ciao ti consiglio di leggere questi post:

http://ctd-poste.blogspot.com/2012/05/periodi-di-assunzione-in-poste-italiane.html

http://ctd-poste.blogspot.com/2011/09/lavoro-poste.html

come si fa ha vedere la graduatoria delle assunzioni fatte in poste italiane?? qualcuno sa dirmi qualcosa???

Non esistono graduatorie.

ma si puo scegliere anche la citta o la regione dove vuoi lavorare? oppure decide poste italiane la regione dove mandarti???

Decide Poste ma se specifici una Regione di preferenza magari inviando anche un curriculum alle risorse umane regionali pur non scegliendo la città hai più probabilità di lavorare in quell'ambito territoriale.

Qualcuno mi spiega perché il massimo della età è di 35 anni x una eventuale assunzione se pur determinata a soli tre mesi? Ok che si deve dare spazio ai giovani ma chi stabilisce che a 36 anni si è vecchi x lavorare. Tante aziende mettono limite di età x nn parlare dei cosiddetti finanziamenti.nessuno riesce a capire che il lavoro è se ci fosse x tutti coloro ne hanno bisogno,a maggior ragione x chi 35 anni li ha superati vuol dire che forse ha una famiglia sulle spalle da sfamare....o si pensa che i giovani abbiano bisogno di mangiare ed i trentaseienni o più avanti con l'età siano sazi? Il razismo ha raggiunto anche questo record si discriminano le persone x età in questo paese dova solo i politici nn anno età x mangiare a sbafo sulla nostra pelle....che schifo......

esatto! basta con questa gente che gioca a fare la vittima!!! io ho sgobbato sui banchi, mi sono diplomata con 95/100 e chi è uscito con 60 o giù di lì se lo è meritato perchè non ha mai fatto nulla
altro che simpatia e amicizia
nella vita ciascuno raccoglie cò che ha seminato!!!!

Mai parole più giuste...è assurdo tutto ciò! Quando per la prima volta mi è capitato che mentre lavoravo bene, essere preso dai colleghi(in modo garbato fortunatamente) ma mi hanno fatto capire, non ti ammazzare la vita perché tanto non ti premia nessuno e vieni solo visto male dai colleghi. E' una cosa assurda, Che schifo!

Non riesco a capire
che tutti vogliono esperienza sul quel lavoro, ma se una persona non lavora mai in quella mansione

Tra i requisiti non è previsto esperienza pregressa.

Perché il limite di età è di 35? Io ho perso il lavoro in seguito alla granvidanza (????) e non posso candidarmi perché ho superato i 35 anni? Ne ho 39 e ho tanti servizi attivi con la posta che l'ho sempre preferita alle banche. Questo mi sembra discriminante!

Sono criteri preferenziali "in linea generale" e non tassativi per il contratto a termine. Mentre per le candidature alle assunzioni a tempo indeterminato non sono previsti questi criteri.

Grazie mille per la risposta e la considerazione. A questo punto mi preme fare la domanda: sono previste assunzioni dove posso candidarmi? Se si c'è qualche link? Grazie di cuore.

Ciao periodicamente nella sezione: https://erecruiting.poste.it/posizioniAperte.php puoi trovare le posizioni aperte per la ricerca di varie figure professionali. Al momento non ci sono selezioni attive.
Le ultime assunzioni sono state le seguenti:
• http://ctd-poste.blogspot.com/2013/07/stage-poste-italiane.html
• http://ctd-poste.blogspot.com/2013/10/assunzioni-poste-italiane-posizioni.html

Gazie mille. Allora di tanto in tanto andrò a vedere il link che mi ha segnalato per capire se ci sono posizioni aperte. Ancora grazie.

ATTENZIONE: nonostante il 36/60, in ambito commerciale riesco a realizzare fatturati per vendite di prodotti postali E NON nettamente superiori rispetto a te che hai un ipotetico 60/60 ( e ti garantisco che guardando dall'altro lato della medaglia, la simpatia, la pazienza e l'educazione ..che credimi tutti sono convinti di possedere ma non è così semplice, può anche aiutare a vendere al di là della propria cultura personale), stando al tuo ragionamento l'azienda dovrebbe scartare me che in un periodo di prova si è vista crescere i propri fatturati per assumere te, che a parità di condizioni, potrai pure avere una laurea in ingegneria ma non raggiungendo gli obiettivi (in euro) rappresenti solo un costo pertanto essendo l'azienda fondata sugli introiti preferirà sempre me a te, sei una persona che ha sgobbato quindi non puoi non convenire con me quanto sopra. E poi diciamola tutta: chi ti ha chiesto di sgobbare ..poste italiane ??? poste italiane non credo ti abbia consigliato l'indirizzo da prendere quando ti sei iscritta ne ti ha promesso a suo tempo il lavoro se avresti sgobbato per cui il tuo sforzo è fine principalmente a te stesso/a, sarai semplicemente un pò più colta di me (da vedere poi in che materie) ma il vero esame non è quello che si sostiene a scuola ma quello che ti permetterà di funzionare bene nel mondo del lavoro ! Inoltre per far pagare una bolletta al cliente quasi quasi non serve neanche il diploma, mentre per fare il postino è sufficinete saper leggere ..mi dici a che serve la laurea o parlare di voto se poi hai intenzione di fare il postino ??? a questo punto ha più senso che tu continui a sgobbare creandoti un domani una professione autonoma ripagando così al meglio i tuoi sforzi. E' IN QUESTO CHE DOVRESTI DIFFERENZIARTI non nel sognare di fare la sportellista o la venditrice soltanto sbandierando un voto ! ...ad es. puoi avere il 100/100 ma essere antipatica, lenta, ritardataria e soprattutto scollaborativa e incapace di raggiungere gli obiettivi (ognuno ha la propria tecnica non è solo un discorso di voto altrimenti a parità di voto poste italiane non dovrebbe assumere nessuno per par condicio ?) ..io ti parlo così dopo anni di esperienza lavorativa come dipendente e autonomo ...Credo in conclusione sia corretto ammettere che ci sono contesti (ad es. area medica) dove è essenziale una laurea e parecchio tirocinio; ci sono invece mansioni dove è ridicolo parlare di voto appunto perchè non servirebbe neanche il diploma per fare ad. il postino (basta conoscere la lingua italiana e avere tanta pazienza specie con le dure temperature !). Il problema a mio avviso è l'impossibilità del governo nel far fronte alla disoccupazione che attualemente regna sovrana indipendendemente dal numero dei diplomati o laureati. In riferimento alla tua frase “nella vita ognuno raccoglie ciò che ha seminato” e in riferimento alla tua votazione espressa in centesimi deduco che la tua vita dal punto di vista esperenziale sia ancora breve per cui continua a seminare i raccolti si vedono solo dopo tanti anni di sacrifici (purtroppo) quindi a 30 anni è normale vedere gnete che ancora semina (che non è solo sgobbare sui libri) ;-)

Back To Top